Lo "sbattezzo"

Andare in basso

e anche per questa occasione non mancano le provocazione degli stolti

Messaggio Da spe salvi il Sab 19 Apr 2008, 16:14

dal giornale Repubblica di Genova: La provocazione
LA RIVOLTA ATEA "E NOI QUEL GIORNO CI SBATTEZZIAMO DAVANTI A RATZINGER"


«IL PAPA viene a Genova? E noi usciamo dalla Chiesa». È un tam tam che si diffonde tra i laici genovesi; con la regia dell´Uaar, l´Unione degli atei e agnostici razionalisti, decine di persone le adesioni sono già oltre una trentina stanno preparando uno sbattezzo pubblico da effettuarsi nelle prossime settimane, prima cioè dell´arrivo di Joseph Ratzinger in Liguria. E proprio nella sede curiale di piazza Matteotti, nonché abitazione del presidente della Cei e arcivescovo di Genova monsignor Angelo BAGNASCO, così come già avvenuto un anno fa con la consegna di 36 domande ufficiali di sbattezzo, altre persone porteranno il documento che comprova la spedizione della domanda (tramite raccomandata) per essere cancellati dall´elenco delle parrocchie dove si è ricevuto il sacramento. Cioè di uscire ufficialmente dalla Chiesa. Una protesta contro la visita di Benedetto XVI? «No, non siamo contrari alla visita del Papa, è un capo di stato straniero e può andare dove vuole spiega Silvano Vergoli, coordinatore ligure dell´Uaar Siamo contrari all´ingerenza della Chiesa nelle attività e nella legislazione dello stato italiano». Uscire dall´elenco dei battezzati come protesta per l´eccessivo interesse di Oltretevere nelle scelte della politica italiana, come si è visto sui temi della 194, dell´eutanasia, delle coppie di fatto, accusano i laici. «Stiamo preparando un manifesto per quando arriverà Ratzinger, in cui ci chiediamo quanto ci costa il vaticano. Dall´Ici mancata all´8 per mille, ai costi, infine, per la visita genovese». La pratica dello sbattezzo si è progressivamente diffusa negli ultimi anni, da parte di persone di ogni età e ambito sociale. Nell´ultimo anno, secondo gli esponenti dell´Uaar, da parte delle chiese della diocesi genovese si sono avuti tempi rapidi per ottenere il certificato di sbattezzo (che, lo ricordiamo, non permette di avere più funerali in chiesa, oltre a non poter essere padrini, madrine e testimoni di nozze religiose). «Ma abbiamo il dubbio che adesso le cose si stiano facendo di nuovo difficili, con l´inserimento dei quindici giorni per un eventuale ripensamento. Così abbiamo riformulato il modulo, che si può scaricare dal sito internet». Visitatissimo, peraltro, i contatti sono continui. «Molte adesioni arrivano attraverso la posta, ma ci sono stati disguidi, e ora stiamo raccogliendo tutti i documenti entro la fine di aprile, con qualche fatica» spiega Mercedes, che sta coordinando l´iniziativa (i riferimenti sono la sede dell´Uaar presso la Casa della Pace in piazza Palermo 10b, il martedì dalle 17 alle 20, e il sito internet). Negli ultimi mesi, sono stati decine i genovesi che , individuata la chiesa in cui erano stati battezzati, hanno inviato la regolare domanda «di non essere più considerati aderenti alla confessione religiosa denominata "Chiesa cattolica apostolica romana"». Il problema, dicono donne e uomini dell´Uaar, è accedere ai registri delle chiese dei diversi ospedali, o le obiezioni di privacy opposte da alcuni parroci. «E´ cambiato anche il garante, e le cose non sono più come prima», lamenta Vergoli. Ma loro, sbattezzandi e simpatizzanti, non si tirano indietro davanti alle avversità.

DONATELLA ALFONSO

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

"sbattezzo"

Messaggio Da fidem custodire il Sab 19 Apr 2008, 16:44

quante domande mi sorgono su questo argomento. Inizio con le principali. Dunque, se un individuo non crede in Dio, perché dovrebbe "sbattezzarsi"? D'altra parte, sempre se uno non crede, il Battesimo non è che un po' d'acqua versata quando si era in fasce. E allora preché procere allo "sbattezzo"? Poi sfatiamo un po' sta favoletta dello "sbattezzo", termine da veri ignoranti. Si chiama tecnicamente abiura, semplicemente perché il Battesimo è un sacramento e come tale non si cancella. L'abiura in termini tecnici si traduce con una annotazione nei registri parrocchiali del fatto che quel tizio non desidera più far parte della Chiesa Cattolica. Non c'è nessuna cancellazione, solo una mera annotazione. Ovvio, come fa notare l'articolo del giornale che non poteva essere che Repubblica, che non potrà più prendere parte alla vita della Chiesa Cattolica, quindi compresi i funerali, essere padrini o madrine (ma come cavolo puoi fare da padrino se hai abiurato la fede?! Anzi meglio, come caspita ti può venire in mente?). Se taluno ci dovesse ripensare, una volta ottenuto l'abiura, l'iter per rientrare nella Chiesa è direi complicato, serio, impegnativo. E come l'abiura dovrebbe essere (e spesso si ricorre a qualche vice), per essere reintrodotti nella Chiesa ci vuole l'Ordinario del luogo, in persona.

Devo ammettere anche che ogni volta che sento di un'abiura mi porgo diverse domande sul mio comportamento e sulla mia testimonianza cristiana. A volte mi sembra di essere quel mucchio di persone che impediscono a zaccheo di vedere Gesù.

fidem custodire

Numero di messaggi : 26
Data d'iscrizione : 09.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

NON ESISTE!!

Messaggio Da concordiam servare il Dom 27 Apr 2008, 10:43

Basta con 'sta fandonia
lo sbattezzo non esiste
e piantatela di sparare cavolate e rompere pure le scatole
si vede che credete in tutte le storie che vi raccontano

concordiam servare

Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 09.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

E IN CURIA MERCOLEDÌ PROSSIMO SI "SBATTEZZANO" IN VENTICINQUE

Messaggio Da spe salvi il Mar 13 Mag 2008, 11:50

sempre da Repubblica, tanto per significare l'estrema ignoranza che caratterizza chi scrive su tale giornale. Datevi all'ippica che così rompete di meno. Ma per scrivere su sta carta straccia, studieranno un pochino?!Rispetto per i Cattolici? Ma manco... Il bello è che sono gli stessi che chiedono rispetto.
NON CI SI CANCELLA DAI REGISTRI della Parrocchia: VE LO INCULCATE IN QUELLE POCHE PARTICELLE CHE VI GIRANO?
Il rispetto dei diritti oltre a chiederlo dovete anche concederlo. R I S P E T T O!! oK? Ghe semmu?


SARANNO venticinque gli "sbattezzandi" che mercoledì mattina consegneranno in Curia le ricevute delle loro richieste di essere cancellati dagli elenchi dei battesimi. Una "protesta" senza clamori nei confronti della visita del Papa, spiegano gli attivisti dell´Uaar, l´unione degli atei e agnostici razionalisti, che peraltro avevano già effettuato un´analoga consegna oltre un anno fa, per una trentina di persone. Molte decine, invece, i genovesi e i liguri che hanno deciso negli ultimi anni di seguire autonomamente la procedura per essere cancellati dagli elenchi della Chiesa, dimostrando in questa maniera il loro dissenso dalle posizioni espresse particolarmente dalla Cei, rappresentata in questo caso dal presidente Angelo BAGNASCO, arcivescovo di Genova. «Abbiamo aggiornato il nostro sito con un nuovo facsimile che supera la necessità dei quindici giorni di ripensamento, attivati recentemente dalla Curia: semplicemente suggeriamo la rinuncia al ripensamento» spiegano all´Uaar. Che peraltro resta lontana dalla piazza e dallo svolgimento del corteo dell´orgoglio laico previsto per sabato prossimo, confermando invece il manifesto di critica e la partecipazione al dibattito in università.

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo "sbattezzo"

Messaggio Da fidem custodire il Mar 13 Mag 2008, 12:23

Un consiglio? Impiegate il tempo in qualcosa di sensato, ma soprattutto una richiesta: SMETTETELA DI DIRE FANDONIE E DI FAR PERDERE TEMPO AD ALTRE PERSONE.

fidem custodire

Numero di messaggi : 26
Data d'iscrizione : 09.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo "sbattezzo"

Messaggio Da Ateo il Mar 17 Giu 2008, 11:56

Riguardo all'uso del termine sbattezzo posso concordare, credo che si chiami apostasia......
Riguardo all'inutilità non sono d'accordo. Al di là dei motivi personali che spingono una persona (chi ingiustamente per anticlericalismo, chi invece per coerenza e convinzione con le proprie idee) credo che dal punto di vista politico/burocratico sia un fatto importante perchè fa si che chi non è più credente risulti tale nei fatti e nei conteggi pompati che la Chiesa propina a politici e cittadini nel momento in cui rivendica, difende o propone qualsiasi cosa........Spesso infatti parla a nome di tutti gli italiani, quando nella realtà dei fatti i cattolici arrivano circa al 70% e di questi quelli praticanti non superano il 30%........
Rispetto agli effetti religiosi che dovrebbero "durare per l'eternità" beh, se mi permettete la cosa mi fa sorridere, e come me penso altri non credenti, dato che non riconosco alcun potere su di me della Chiesa e, non credendo in Dio, gli effetti di cui si parla sono tanto veri quanto gli alieni sulla terra.........
Chiudo e spero che chi legga capisca che nessuno ha la verità in mano, nè io, nè i cattolici, nè qualsiasi altra religione, semplicemente ognuno è libero di credere (o non credere) in ciò che vuole senza essere discriminato o considerato un "criminale", ma soprattutto si deve permettere a chi la pensa in modo diverso di poter vivere la sua vita senza imporre le proprie convinzioni.......è per questo probabilmente che spesso vengono criticate le istituzioni ecclesiastiche, perchè chi è cattolico può non divorziare, non abortire, arrivare vergine al matrimonio, non fare apostasia......ma in uno Stato dove una qualsiasi religione governi (ne abbiamo un esempio negli stati fondamentalisti islamici oggi e negli stati europei in passato) la libertà non esiste..........

Ateo

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 17.06.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo "sbattezzo"

Messaggio Da spe salvi il Mar 17 Giu 2008, 12:09

Caro Ateo, grazie per il tuo intervento che può dare diversi spunti di riflessione. Innanzitutto: i cattolici sono liberissimi di fare quello che vogliono, e lo fanno. Ne risponde la coscienza. Un cattolico può divorziare, può abortire, può fare quello che vuole e la realtà lo testimonia. Se poi non vuoi fermarti a proclami, ma scendere nel significato di ogni atto, allora si scopre che l'aborto è semplicemente un omicidio, ne più, ne meno. Si scopre allora che il divorzio è la rottura di una promessa fatta davanti a Dio. Ma se non ci credi, sposati davanti al Sindaco, così è più facile rompere il patto matrimoniale.
La verità non l'avrà nessuno in mano, ma esiste, come esiste il bene ed esiste il male.
Ora mi fermo qui.

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo "sbattezzo"

Messaggio Da Ateo il Mar 17 Giu 2008, 12:38

Non parlo di aborto per non andare off topic (e anche perchè, non essendo un medico so solo quello che spesso scrivono i giornali, e poi è un tema talmente delicato......)........sono d'accordo sulla rottura della promessa fatta davanti a Dio e condivido il fatto che chi crede si debba porre dei problemi ideologici (almeno per coerenza), purtroppo spesso chi si sposa in Chiesa (o fa prendere i sacramenti ai propri figli) lo fa perchè così fan tutti o per non scontentare i genitori.......e su ciò sono d'accordo con alcuni preti che prentendono una forte preparazione a tali importanti eventi (per chi ha fede)......
Per quanto riguarda bene e male si, esistono.....ma spero tu non intenda che bene = fede e male = ateismo...........

Ateo

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 17.06.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo "sbattezzo"

Messaggio Da spe salvi il Mar 17 Giu 2008, 13:36

no, non proprio così. Mi trovo molto d'accordo con alcuni atei e sopporto a mala pena alcuni cattolici ottusi. e probabilmente sono più cattolici alcuni atei. Discorso un po' contorto.

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo "sbattezzo"

Messaggio Da Ateo il Mar 17 Giu 2008, 13:43

Ok....era solo per capire......effettivamente potrei dire la stessa cosa io rispetto ad alcuni atei (o direi piuttosto e purtroppo anticlericali) e anche con alcuni cattolici convinti e praticanti che criticano le gerarchie ecclesiastiche........
Per fortuna il mondo è vario..........:))

Ateo

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 17.06.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo "sbattezzo"

Messaggio Da Tomaso Gian il Ven 20 Giu 2008, 15:01

Bellissimo questo scambio di opinioni ed esperienze. Questo e` il bello di un forum che sia aperto.
Benvenuto ad Ateo!
Teniamo sempre "alto" il discorso; questo e` quanto di piu` bello i Cristiani aperti e tutte le persone intelligenti possano dimostrare, evitando di cadere nei luoghi comuni e negli attacchi di bassa lega.

Circa la coerenza dei cristiani ci sarebbe molto da dire e alcuni anni fa si era fatta una indagine che aveva dimostrato come i "praticanti" della S. Messa alla Domenica fossero il 16% della popolazione; quindi ancora meno di quel 30% detto prima.
Questo non vuol dire che gli altri non credano in Dio, la S. Messa era solo un modo per "contarci"...
Trovo che spesso si intendano gli interventi della Chiesa come ingerenze mentre sono solo il dire su una cosa o sull'altra nella ricerca della Verita`.
Il fatto che poi un credente riversi la sua convinzione nelle scelte politiche o civili credo sia logico. Mi spiego meglio.
Anche io non voglio uscire dall'argomento ma l'esempio dell'aborto e` indicativo: se io sono convinto che l'aborto sia l'uccisione di una vita umana non posso solo fermarmi a "non abortire" in quanto quello per me e` un omicidio. Da qui una posizione che su un argomento del genere non puo` essere mediata. Tuttalpiu` si puo` discutere sul "se sia una vita umana".
Diversa e` ad esempio la posizione sul matrimonio che per chi non crede e` un patto tra civili, in questo senso credo sarebbe bello che la chiesa (e spesso lo fa) e i cristiani (e cerchiamo di farlo) parlassero del valore del matrimonio cristiano e del matrimonio civile in se piuttosto che criticare chi neppure lo conosce.

... forse il mio intervento e` confuso ma ci tenevo a suggellare questo bel dialogo con un BRAVI!

Tomaso Gian

Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 30.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo "sbattezzo"

Messaggio Da spe salvi il Sab 21 Giu 2008, 14:06

Vorrei tranquillizzare coloro che pensano che la Chiesa "spari i numeri" con "conteggi pompati" prendendoli dai registri delle parrocchie: scordatevelo!!! O meglio, più o meno, come si dice "a lume di naso". Non esiste un archivio centralizzato di coloro che ricevono i Sacramenti, quindi anche il Battesimo.

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo "sbattezzo"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum