Gay pride 2009 a Genova

Andare in basso

Gay pride 2009 a Genova

Messaggio Da spe salvi il Mer 17 Set 2008, 11:53

Genova La manifestazione fissata per il giorno del Corpus Domini
Il Pd frena sul Gay Pride
Bagnasco: liberi di sfilare
Democratici con An. Il vescovo: troviamo un accordo


MILANO — L'annuncio che il Gay Pride nazionale 2009 si terrà a Genova il prossimo 13 giugno spariglia le carte nella città ligure. A sorpresa, contro la manifestazione insorge il Partito Democratico che offre la sponda ad An in un'alleanza trasversale con l'Udc, mentre la curia genovese si divide perché, a complicare la vicenda, c'è la questione della data scelta per la Gay Parade, la sfilata su carri allegorici del mondo gay, trans e transgender: il 13 giugno. Stesso giorno in cui si svolgerà la processione del Corpus Domini, l'appuntamento religioso più sentito dai genovesi.

Da Gerusalemme getta acqua sul fuoco il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei che al Tg3 della Liguria dichiara: «Il Gay Pride si è già svolto a Roma nell'anno del Giubileo e non sono contrario alle manifestazioni del pensiero quando avvengono con modalità corrette senza recare offesa. Quanto al problema della data, si troverà un accordo». Parole che vanno di traverso a una delle figure più influenti della curia sotto la Lanterna, monsignor Marco Granara, rettore del santuario di Nostra Signora della Guardia: «Attendo una presa di posizione da parte della Chiesa e del governo della città. La processione del Corpus Domini è delicatezza e spiritualità, il Gay Pride una carnevalata. Se l'hanno fatto apposta è una doppia provocazione». «Nessuna provocazione», assicura Aurelio Mancuso presidente di Arcigay. «Nemmeno c'è venuto in mente che a Genova risiede il cardinale Bagnasco. Abbiamo scelto la città perché lì non si è mai svolto il Pride o altre nostre manifestazioni nonostante un'importante comunità gay. Non vogliamo dare fastidio alla processione, ci sono spazi sufficienti per studiare orari e percorsi diversi».

Dalle pagine del quotidiano genovese Il Secolo XIX il capogruppo di An in consiglio regionale Gianni Plinio invoca l'intervento del sindaco Marta Vincenzi: «Vieti questa oscena carnevalata d'insulti». Stesso augurio espresso dall'Udc. Ieri Plinio ha dato vita al comitato «Gay Pride-No grazie»: «Da qui a giugno c'è tempo per formare un fronte trasversale per impedire questa blasfemia». Il comitato ideato dall'esponente del centro-destra potrebbe trovare un insperato appoggio da parte di una vasta area del centro-sinistra. A partire dal presidente della Provincia di Genova Alessandro Repetto della Margherita («Una manifestazione provocatoria»), continuando con il Partito Democratico: «Rispetto le persone ma ostentare esageratamente situazioni diverse come si fa durante il Gay Pride è un fatto negativo. Data la concomitanza con il Corpus Domini, il minimo che può fare il sindaco è spostare la data della sfilata omosessuale», dice il vicepresidente della giunta regionale Massimiliano Costa. Ancora più deciso il senatore Pd Claudio Gustavino: «Come genovese non posso essere orgoglioso che il Gay Pride si svolga nella mia città». Che a dirlo sia un uomo del centro-sinistra suona strano: «Essere del Pd non significa aver abolito il buon senso. Far sfilare transessuali e travestiti è solo una provocazione. Se fossi il sindaco...».



http://www.corriere.it/cronache/08_settembre_09/pd_gay_pride_genova_Bagnasco_d0e0f1b2-7e38-11dd-8ebb-00144f02aabc.shtml

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo dell'utente http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Da La Repubblica

Messaggio Da spe salvi il Mer 17 Set 2008, 11:54

Gay Pride, Bagnasco spiazza tutti

"A Roma arrivò per il Giubileo: se non offende, è un dato acquisito"
di Nadia Campini



DAL NOSTRO INVIATO

BETLEMME - Il gay Pride nel giugno del 2009 a Genova? «Nel 2000 l´hanno fatto anche a Roma in presenza del Giubileo. Quando le manifestazioni avvengono nel rispetto del pensiero e della civiltà e con modalità che non offendano, è un dato acquisito». Il cardinale Angelo Bagnasco è arrivato l´altro ieri notte a Gerusalemme per unirsi al pellegrinaggio della diocesi di Genova in Terrasanta, e anche lui ha appreso la notizia dell´idea di organizzare il Gay pride del 2009 proprio nella città dove è arcivescovo, ma non si scandalizza, i suoi commenti ricalcano sostanzialmente quello che aveva già detto a proposito della manifestazione di protesta contro la visita del Papa a Genova, lo scorso maggio: sopra tutto deve prevalere il rispetto delle diverse opinioni. E se il gay pride dovesse coincidere con il 13 giugno, giorno della processione del Corpus Domini a Genova? Secondo il cardinale è «un problema organizzativo».

Sereno, sorridente, Bagnasco saluta con affetto tutti i pellegrini arrivati da Genova, 380 divisi in due aerei, che nei giorni scorsi hanno già visitato la Galilea e si sono sottoposti alle fatiche del deserto di Giuda. Ieri, dopo la messa nella basilica di Santa Caterina e il pranzo insieme ai genovesi a Betlemme, l´arcivescovo ha accettato di parlare anche dei temi che dominano il dibattito a Genova, a partire dalla questione della moschea. «Ne ho parlato anche alla festa della Madonna della Guardia - ricorda - la libertà di religione è un fondamento per tutti, come per i cattolici in tutto il mondo che stanno vivendo momenti difficili soprattutto in Oriente».

Non dispiace al cardinale nemmeno l´idea del centro multireligioso alla Commenda, avanzata nei mesi scorsi dal sindaco di Genova Marta Vincenzi. «Nel rispetto della tradizione e della storia dei luoghi - è il suo commento - anche questa idea rientra nel discorso già fatto, il principio della libertà di religione per tutti i popoli, un principio assolutamente fondamentale». Il richiamo al rispetto dei luoghi e della storia indica probabilmente un invito a ragionare sul significato della Commenda, sede dei cavalieri di San Giovanni, ma è solo un accenno. Dispiace invece al cardinale che finora l´opinione pubblica non abbia reagito in modo forte alla negazione del principio della libertà religiosa anche per i cattolici, con le persecuzioni che ci sono state in India. «Il 27 agosto ne ha parlato anche il Santo Padre - ricorda - e io ho ripreso il tema in occasione della festa della Madonna della Guardia, finora non ho ascoltato grandi prese di posizione a questo proposito nell´opinione pubblica».



A Genova è andato infine il pensiero di Bagnasco nel corso della sua omelia nella basilica di Santa Caterina, dove ha celebrato messa subito dopo aver visitato la grotta della Natività, quella che reca la memoria del luogo dove è nato Gesù. E dall´altare ha dettato la linea per la programmazione del prossimo anno pastorale. «Qui nasce la santa famiglia - ha sottolineato - ed è bello che insieme pensiamo alla famiglie appena nate o in formazione, visto anche che la diocesi sarà impegnata nel prossimo anno pastorale sulla preparazione del matrimonio. L´anno appena concluso è stato dedicato alla famiglia fondata sul matrimonio, con le sue luci e difficoltà, adesso l´impegno andrà alla preparazione delle giovani coppie che si avvicinano a questo sacramento». Oggi il cardinale proseguirà il pellegrinaggio assieme ai genovesi, ma a pranzo avrà un incontro riservato con il patriarca di Gerusalemme.

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo dell'utente http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Gay pride 2009 a Genova

Messaggio Da spe salvi il Mer 17 Set 2008, 11:55

12:42 - GAY PRIDE GENOVA: NESSUN VIA LIBERA DAL CARD. BAGNASCO
“In merito alle ricostruzioni giornalistiche apparse oggi su diversi quotidiani nazionali, circa una ipotesi di futuro Gay Pride nel capoluogo ligure, l’arcivescovo di Genova, card. Angelo Bagnasco, non ha dato, come è ovvio, alcun via libera, prendendo atto di decisioni che spetta ad altri valutare”. La precisazione, in una nota diffusa oggi, è di Carlo Arcolao, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali dell’arcidiocesi di Genova. “Raggiunto lunedì dalle domande di alcuni giornalisti mentre era fuori sede, in pellegrinaggio in Terra Santa con i suoi diocesani – prosegue Arcolao -, ha semplicemente richiamato le regole della buona educazione che valgono sempre, in ogni caso, da parte di qualsiasi interlocutore”.

fonte: www.agensir.it

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo dell'utente http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Gay pride 2009 a Genova

Messaggio Da spe salvi il Mer 17 Set 2008, 11:56

Da www.corriere.it

--------------------------------------------------------------------------------

Gay Pride: prefetto Genova, incompatibile con Corpus Domini


10 set 16:54 Cronache GENOVA - Il Gay Pride e' incompatibile con il Corpus Domini. Il prefetto Anna Maria Cancellieri esclude categoricamente una coincidenza di date fra i due appuntamenti, previsti a Genova per il 13 giugno 2009. "'E' fondamentale - ha detto - che i due eventi non coincidano lo stesso giorno. A parte questo, liberissima qualsiasi manifestazione, che avra' tutte le tutele''. (Agr)

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo dell'utente http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Gay pride 2009 a Genova

Messaggio Da spe salvi il Mer 17 Set 2008, 11:58

Le date del gay pride in Italia:

23 Giugno 2001 - Festa del Cuore Immacolato di Maria
8 Giugno 2002 - Festa del Cuore Immacolato di Maria
22 Giugno 2003 - Corpus Domini
5 Giugno 2004 - Festa del Cuore Immacolato di Maria
4 Giugno 2005 - Festa del Cuore Immacolato di Maria
17 Giugno 2006 - Vigilia del Corpus Domini
16 Giugno 2007 - Festa del Cuore Immacolato di Maria


fonte http://www.cattoliciromani.com/forum/showthread.php/gay_pride_2009_genova_giorno_corpus-19742p4.html

_________________
Fedele al Papa

Sant’Agostino: “Ti riesca sempre sgradito ciò che sei, se vuoi giungere a ciò che non sei ancora. Infatti là dove ti senti bene, ti fermi; e dici addirittura: basta così, e così sprofondi. Aggiungi continuamente, cammina sempre, procedi in avanti di continuo: non fermarti lungo il cammino, non voltarti, non deviare. Resta indietro chi non avanza(...)Devia dal cammino chi devia dalla fede. Meglio uno storpio sul cammino, che un corridore fuori strada.”
avatar
spe salvi
Admin

Numero di messaggi : 602
Data d'iscrizione : 09.04.08
Età : 43
Località : Ceive

Visualizza il profilo dell'utente http://zaccheo.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Gay pride 2009 a Genova

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum